Come si scrive un film – primo incontro 18 ottobre 2016

Ieri 18 ottobre 2016 si è svolto il primo incontro di Come si scrive un film -dall’idea alla sceneggiatura. Abbiamo esaminato le fasi della produzione cinematografica, l’idea cinematografica, la tecnica pèr produrre idee, le altre tecniche di gruppo.

Abbiamo visionato sequenze tratte dai film Gli ultimi fuochi (The Last Tycoon, 1976 diretto da Elia Kazan, alla sua ultima regia, tratto dall’omonimo romanzo di Francis Scott Fitzgerald ed ispirato alla vita del produttore della MGM Irving Thalberg) e Nella casa (Dans la maison, 2012 scritto e diretto da François Ozon e interpretato da Fabrice Luchini, Ernst Umhauer, Kristin Scott Thomas, Emmanuelle Seigner, Denis Menochet, liberamente adattato dalla pièce teatrale El chico de la ultima fila di Juan Mayorga). Attraverso le sequenze visionate abbiamo verificato come si articola l’idea cinematografica.
Abbiamo poi effettuato un Brainstorming per verificare l’applicazione di una delle tecniche per produrre idee.
Il tema dal quale siamo partiti era:”Il denaro come dipendenza e strumento di potere”.
Su questo tema i partecipanti sono stati invitati a scrivere almeno 3 idee cinematografiche seguendo la tecnica per produrre idee.
Il prossimo appuntamento sarà martedì 25 ottobre alle 15,30 sempre alla Scuola di Cinema Melies
Il corso è a numero chiuso. Sono disponibili ancora 4 posti.
Questo è l’ultimo anno che il corso si terrà a Castellamare di Stabia, chi è interessato si affretti.

Info su admin

Ha scritto, prodotto e diretto il docu-drama In nome di Giancarlo (Premio Filmmaker, 1991), il corto di finzione Drogheria (Segnalato ai Nastri d'Argento, 1995), i lungometraggi Isotta (Mostra di Venezia, 1996) coprodotto con Grecia e Portogallo e E io ti seguo (Festival di Montreal, 2003), ispirato alla vicenda di Giancarlo Siani, giornalista ucciso dalla camorra. Ha scritto e prodotto Il Tuffo di Massimo Martella (Settimana Internazionale della Critica, Venezia 1993), e il corto Blocco 101 (Festival di Torino, 2001) di Daniele Gaglianone. Ha diretto il docu-drama Una Bella Giornata – luoghi e miti di Ferito a morte (2015) dedicato al romanzo di Raffaele La Capria. Ha scritto, prodotto e diretto numerosi corti e documentari. È stato il produttore esecutivo o l’organizzatore generale di numerosi film indipendenti, lavorando con 30 produttori e 60 registi. Dal 1987 è stato il primo a Napoli a tenere un corso di sceneggiatura e tra i suoi duecento allievi ci sono molti degli autori napoletani di maggior successo. Vive e lavora a Napoli.
Questa voce è stata pubblicata in BLOG. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>